Elon Musk non si è preoccupato della possibilità che la SEC indaga sui tweet di Dogecoin

L’amministratore delegato di Tesla adora dichiaratamente “cani e meme” e saluta la presunta possibilità di un controllo federale dei suoi tweet Dogecoin con un atteggiamento costantemente buffo.

Voci di una possibile indagine da parte della Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti sul presunto impatto del CEO di Tesla Elon Musk sulle mosse dei prezzi di Dogecoin ( DOGE ) sono circolate sui social media nell’ultimo giorno – un fenomeno che un utente di Twitter ha scherzato è “picco 2021 .”

Nonostante le precedenti prove dei conti di Musk con la SEC, il CEO sembra non essere turbato dalla possibilità di una ricaduta legale fin troppo reale innescata dalla sua inclinazione per la criptovaluta dei meme. L’ amore dichiarato di Musk per “cani e memi” lo ha spinto a pubblicare ripetutamente meme scherzosi su Dogecoin, più recentemente uno che mostra la mascotte DOGE “sulla luna reale”.

Mentre il gergo dei trader di riferimento per l’azione dei prezzi stratosferici e potrebbe quindi essere interpretato come una qualche forma di approvazione, Musk ha pubblicamente affermato che nonostante tutto il suo amore per la criptovaluta meme, è parziale a Crypto Trader quando si tratta di personale strategico e investimento aziendale. Ciò non ha impedito al tweeting del CEO, per quanto ironico , di fornire un carburante serio per la volatilità del mercato delle monete dei meme: Dogecoin Christmas 2020 è solo un esempio.

Di Muschio apparentemente fin troppo reale impatto sui movimenti dei prezzi di entrambi i cryptocurrencies, dato il suo enorme social media in seguito, rende districarsi meme divertente da celebrità scellino quasi impossibile

I consulenti legali hanno precedentemente espresso la loro opinione che il CEO potrebbe già essere esaminato dalla SEC dopo la sua documentata influenza sui movimenti di prezzo di Bitcoin quest’anno.

Sia la prospettiva di un’indagine della SEC che la prospettiva della metamorfosi di DOGE in “una vera moneta” rimangono, per ora, eventualità parallele simili a meme e umoristiche nell’immaginazione del CEO. Le precedenti battaglie della SEC di Musk nel 2018 potrebbero aver avuto conseguenze reali per il CEO, con conseguente sua rimozione dalla carica di presidente del consiglio di amministrazione di Tesla e il pagamento di sanzioni finanziarie, ma sembra improbabile che si arrenda ancora ai suoi calci di Twitter.

Related articles